Quanto costa oggi un sito Web?

Quanto costa oggi un sito Web? | QuoLAB

Nel post di oggi, riprendiamo e aggiorniamo uno degli articoli più letti del nostro blog! Rispondiamo alla domanda che sentiamo più spesso dai nostri clienti: quanto costa un sito Web?

Nel 2010 ho scritto l’articolo Quanto costa un sito web per spiegare quali sono i fattori che incidono sul costo di un sito.

L’articolo ha ricevuto tantissimi clic e oltre 20 mila letture, di cui 11.000 solo sul nuovo sito di QuoLAB! Tuttavia in questi 5 anni, il panorama della realizzazione siti web è decisamente cambiato, e penso sia ora di aggiornarvi e rivedere alcuni aspetti.

Creare un sito web oggi

Lavorando nell’ambito della realizzazione siti web a Bologna, nel corso di questi anni, abbiamo toccato con mano tanti cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda le aspettative del cliente.
Innanzitutto, se fino a qualche anno fa avere un sito era considerato quasi un privilegio o una vetrina per poche realtà, oggi come oggi, l’idea di creare un sito web per promuovere la propria attività o i propri progetti è entrata con naturalezza nella mentalità dei clienti. Avere una pagina dedicata sul web è qualcosa di fattibile, alla portata di chiunque, e facilmente ottenibile in termini di costi e tempi.
Pensate a cosa volesse dire fino a poche decine di anni fa acquistare un computer: un esborso esorbitante che non tutti erano disposti a sobbarcarsi… come sappiamo però, oggi le cose sono molto diverse!
Allo stesso modo, il mercato Web si è estremamente ampliato, includendo anche le piccole imprese e i più vari progetti.

Le tariffe

Diciamo che in generale il costo orario medio per lo sviluppo di un sito è rimasto circa invariato rispetto a 5 anni fa e, come scrivevo in “Quanto costa un sito web”, le tariffe dei professionisti sono in media 50 euro l’ora: 40/60 per le medie agenzie, 80 per le web agency più grandi, 25/35 per i freelance con portfoli così-così.

Naturalmente, lavorando su base oraria, ogni preventivo che si rispetti dovrà essere stilato facendo riferimento al monte ore presunto da dedicare alle attività, cercando di essere precisi: aumentare le ore necessarie vorrebbe dire fregare il cliente, diminuirle comporterebbe un rischio o addirittura una perdita per l’agenzia!
Nell’articolo “Quanto Costa un Sito Web” sottolineavo l’importanza di stilare i preventivi voce per voce, indicando il costo relativo di form, lingue, gallery…
Negli anni, l’evoluzione del mercato ha portato la nostra agenzia web a scegliere una soluzione simile ma più strutturata: il preventivo per la creazione di un sito web viene redatto come un vero e proprio contratto, in cui ogni aspetto viene definito con estrema precisione. Solo ciò che è lasciato al caso può portare a problematiche tra agenzia e cliente e creare incomprensioni e insoddisfazioni.
Optando per una soluzione contrattuale in cui viene stimato un massimo di ore previste per ogni elemento del progetto (bozze grafiche, gallery, testi, …), potremo muoverci con ancora più chiarezza e onestà nei confronti del cliente!

Ma come individuare gli elementi necessari?

Quanto costa oggi un sito Web?

Cosa serve per fare un sito web?

Per quanto riguarda il layout grafico e gli altri aspetti che dovranno essere valutati per la creazione di un sito web, potete fare riferimento al nostro vecchio articolo: qui  troverete un elenco di tutte le opzioni.
Oggi ci concentriamo in particolare su due aspetti fondamentali che incidono moltissimo sul complesso del preventivo: usabilità e funzionalità.

Cosa ti aspetti dal tuo sito?

Per capire quanto costa un sito web, occorre innanzitutto mettere a fuoco cosa si aspetta il cliente in termini di funzionalità. Un aspetto molto complesso, in quanto è difficile inquadrare con esattezza i singoli bisogni e non esistono tipologie standard: piccola azienda, grande impresa, associazioni si aspettano di volta in volta cose diverse per promuovere le proprie attività.
L’ago della bilancia è sostanzialmente uno, e per rispondere alla domanda quanto costa un sito web, dovete chiarirvi principalmente una sola cosa: cosa vi aspettate dal vostro sito in termini di funzionalità?
Molti clienti non hanno ben chiaro quale effettivamente sia lo scopo del loro sito, e questo complica estremamente la vita anche agli addetti ai lavori, perché spesso non è facile identificare quali funzionalità siano effettivamente necessarie.
D’altra parte, mettere in chiaro questi aspetti e cercare di illustrare al cliente in maniera dettagliata la varietà di opzioni disponibili durante un primo incontro preliminare, rischia di allungare troppo i tempi!
Chi sarebbe disposto a perdere 10 ore per redigere un preventivo? Data la nostra esperienza nell’ambito realizzazione siti web a Bologna, possiamo dire che la maggior parte dei clienti si aspetta una stima dei costi nel giro di pochissimo tempo, e talvolta anche senza un incontro (infatti alcuni vogliono il preventivo via mail, e subito).

Usabilità

Oltre alla questione funzionalità, per effettuare un conteggio complessivo delle ore appropriato, sorge un’ulteriore problema: come calcolare davvero le ore di lavoro su un sito per quanto riguarda gli aspetti di usabilità e gestione contenuti?
Infatti, per quanto purtroppo questo aspetto sia ancora sottovalutato, nella realizzazione di un sito è indispensabile concentrarsi sull’esperienza dell’utente, e, ancora prima di pensare ai dettagli di design, bisognerebbe stabilire la disposizione dei menu, la struttura interna, l’organizzazione dei contenuti. Tutto deve essere estremamente fruibile e navigabile, in modo da facilitare al massimo la navigazione dell’utente (ne abbiamo parlato qui).
Ma chi se ne occupa?
Se all’estero la figura UX Expert (esperto di user experience, cioè usabilità) è uno dei professionisti più importanti del settore (e più retribuiti!), in Italia non si è ancora apprezzato appieno il valore reale di questo tipo di lavoro.
Mettere a preventivo il costo per un servizio che ad alcuni clienti può sembrare superfluo è un rischio, perché i costi salgono e potremmo spingere il cliente a scegliere un altro concorrente con prezzi inferiori (che magari non si è nemmeno posto il problema dell’usabilità…) E d’altra parte è comunque sconveniente tralasciare questi aspetti o demandare al cliente stesso l’onere, visto che spesso non ha né il tempo né le competenze appropriate per sobbarcarsene.
Lo stesso si può dire per quanto riguarda testi e foto, anche se in questo caso è più semplice far capire al cliente l’importanza di avvalersi di un professionista, mostrando qualche esempio concreto.
In generale è estremamente importante chiarire tutti questi aspetti con il cliente in sede di preventivo, e non a sito fatto!

Nel prossimo articolo vedremo insieme i costi effettivi per le diverse tipologie di siti! Se non volete attendere, contattateci! I preventivi con QuoLAB sono sempre gratuiti!


QuoLAB
Via Longhena 15/A, 40139 Bologna tel. 051 188 99 318 - mail: info@quolab.it
Copyright © 2018 QuoLAB. Tutti i diritti riservati. QuoLAB by Studio SBS - P.IVA 03437511201