Quanto costa un sito web

Quanto costa un sito web | QuoLAB

In tanti anni di lavoro nel campo dello sviluppo web, e con svariati siti all’attivo, voglio trattare un argomento sempre attuale, e si non facile comprensione ai non addetti ai lavori: il costo della creazione di un sito web. Con questo articolo spero di fare comprendere i fattori che incidono (o non incidono) sul preventivo di un sito, per tentare di distinguere i preventivi onesti da quelli “gonfiati”.

Qualche tempo fa ho ricevuto una mail da Groupon che recita più o meno così: “Il tuo sito web, composto da registrazione del dominio, una pagina di presentazione, due pagine interne, una pagina di contatto, una galleria con 10 foto circa e grafica a scelta tra due proposte … 600€!”. Poco, direte, voi… Invece è tantissimo, e vedremo perché.

Compenso orario

Per capire quanto costa un sito web artiamo dalla questione del compenso orario: solitamente una web agency si fa pagare una cifra che va dai 40€ ai 60€ l’ora (IVA esclusa). La cifra non è esorbitante: provate a confrontarla con i prezzi di un meccanico o di un idraulico (senza considerare, in questo caso, i vari costi di chiamata) e vedrete che non si discosta molto. Per non parlare, poi delle tariffe di professionisti come medici o avvocati…

Un altro discorso che sento spesso relativamente ai costi è: “non ho idea di quanto costi un sito, perché il mio è stato creato e seguito fino a oggi da mio cugino, che fa questo per hobby…”. Beh, se avete un cugino bravo e disponibile, tenetevelo stretto, ma sappiate che il 90% delle persone che viene da noi con siti fatti “in amicizia” racconta più o meno sempre la stessa storia: “ho questo sito fatto da un amico/parente ma lui non lo fa di mestiere, ci mette molto ad aggiornamelo, non lo voglio seccare più di tanto, vorrei una cosa fatta un po’ meglio, etc”. Risultato: spesso questi siti sono fatti talmente male che si impiega meno tempo a rifarli da zero, piuttosto che a rimetterli a posto.

Come devono essere fatti i preventivi

Nel preparare (o nel richiedere) un preventivo per un sito web, consiglio sempre di dividere ed evidenziare le singole voci con i relativi prezzi: un preventivo con l’unica voce “Realizzazione sito miosito.it” è molto meno trasparente e comprensibile rispetto ad uno in cui ogni dettaglio è chiaramente indicato e preventivato. Solitamente, con le singole voci si indicato le varie funzionalità del sito (modulo newsletter, gallerie fotografiche, moduli contatti, etc.), o i passi di sviluppo (realizzazione grafica, inserimento dei contenuti e così via).

Questo metodo è piuttosto valido, perchè permette di stilare dei preventivi piuttosto comprensibili, ma è perfettibile: prendiamo per esempio la voce “form di contatto”, ovvero quelle pagine con i campi compilabili, in cui gli utenti immettono le loro informazioni e le inviano al proprietario del sito. Ora, per realizzare un form ci sono diverse maniere, vediamo due modalità agli antipodi:

  • GoogleDocs: con Google Forms si possono creare moduli molto semplici, ma allo stesso tempo molto pratici, da collegare o inserire nel sito. Per creare il form e inserirlo nel sito senza personalizzazioni particolari occorre circa mezz’ora.
  • Form creato da zero: se servono validazioni, la possibilità di allegare file (eventualmente solo in alcuni formati, e con una dimensione massima) o un’integrazione maggiore con il proprio sito web o con i database, occorre realizzare un form ad hoc. Tempo di realizzazione: fino a 3/4 ore.

Come abbiamo visto da questo semplice esempio, il costo della stessa voce può aumentare del 700%, dipendentemente da come viene implementata.

Quindi: farsi indicare le singole voci e ma farsi spiegare COME verranno realizzate le funzioni.

Layout grafico

Un discorso a parte merita la parte grafica. Per realizzare la grafica di un sito ci vuole una parte di studio creativo del layout e una parte di implementazione dello stesso nel sito.

Ci sono una varietà di clienti, che raggrupperò e elencherò sommariamente in ordine di complessità (e quindi di ore) crescente: c’è chi si presenta con un layout già fatto in Photoshop (caso raro, ma molto comodo per la web agency), chi si affida completamente alle scelte del creativo e chi invece dice “fatemi delle proposte” (il caso più costoso, perché si dovranno preparare diverse versioni della grafica, e modificarle fino a quando il cliente non sarà completamente soddisfatto). In quest’ultimo caso le ore per lo sviluppo aumentano notevolmente…

Ciononostante, in commercio esistono template (grafiche) già pronti all’uso, che possono costare da zero a un centinaio di €. Per vedere un esempio di questi layout disponibili gratuitamente, cliccate qui. Ovviamente, questi template sono modificabili, quindi se lo sviluppatore parte da un template ma lo modifica molto a livello estetico/funzionale, possono essere necessarie diverse ore di lavoro. Se invece il template viene usato out-of-the-box (ovvero esattamente come viene preso), i costi di implementazione sono minimi.

Con la parte grafica, il problema è lo stesso che si pone quando si deve comprare un mobile per la cucina: si può andare all’IKEA, dove con poche decine di euro si risolve il problema, o si può chiamare il falegname, che presumibilmente di euro ve ne prenderà molti di più.

Riassumendo, dato che la parte di sviluppo grafico può incidere non poco sul preventivo (in particolare per un sito con funzionalità piuttosto “standard”), bisogna che lo sviluppatore capisca bene le necessità del cliente, ma sopratutto bisogna che il cliente si faccia spiegare le modalità di sviluppo del layout. Per siti a budget ridotto, se non si vuole investire in un template ad hoc si può sceglierne uno già pronto a cui apportare minime modifiche.

Altri fattori

Chiariti questi aspetti, gli altri fattori che incidono sul prezzo sono:

  • Funzionalità: oltre ai contenuti, servono gallerie fotografiche, componenti per la gestione degli eventi, gestori di documenti, aree private, …
  • Inserimento dei contenuti: chi riempie il sito? Il cliente o l’agenzia? I contenuti verranno modificati in corso d’opera?
  • Presentazione dei contenuti: non tutte le pagine sono uguali. Per inserire la pagina che state leggendo (solo testo, nemmeno una foto) ci vogliono 15 minuti scarsi. Per realizzare la home di questo sito, una volta che il cliente ha fornito i testi e le foto ci vogliono almeno due ore di lavoro.
  • Foto e immagini: le fornisce il cliente o le deve scattare/cercare lo sviluppatore?
  • Testi: chi li scrive? Vanno rivisti? Serve aiuto per redigere testi ad hoc per il web?
  • Consulenza: il cliente ha le idee chiare su come si realizza un sito o ha bisogno d’aiuto per selezionare e organizzare i contenuti e la posizione delle voci di menu?
  • Studio di soluzioni particolari: quando si tratta di presentare, per esempio, una lista di servizi, si può optare per il classico elenco testuale, o si possono scegliere soluzioni più particolari. Allo sviluppatore viene demandato il compito di individuare e proporre queste soluzioni?
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca: il sito rispettererà le direttive W3C e i dettami di Google, per essere indicizzato e facilmente letto dai motori di ricerca?
  • Dispositivi: il sito funzionerà correttamente su iPad/iPhone/smartphone?
  • Implementazione del sistema per la gestione dei contenuti: in questo caso i costi sono molto bassi dato che quasi tutti gli sviluppatori usano CMS commerciali, open source o proprietari, che si installano in meno di mezz’ora.

Occhio al prezzo!

Un aneddoto che racconto sempre quando vado a presentare i progetti è il seguente: qualche anno fa (era il 2008) sono stato chiamato per una perizia: dovevo stimare il valore di un sito (al tempo attivo e quindi accessibile e completamente visionabile da chiunque). Fingendomi un cliente, ho contattato 6 diverse web agencies della zona, chiedendo quanto costava la realizzazione di un sito IDENTICO a quello in questione. Risultato: mi sono arrivati preventivi che andavano dai 600€ ai 2800€! Per lo stesso sito!

Torniamo ora al sito in offerta su Groupon e analizziamolo: per un webmaster capace, registrare un dominio (20€/anno su topHost), installare un CMS come WordPress o Joomla, installare un template gratis, fare copia/incolla di 5 testi di Word, ridimensionare 10 foto in Phostoshop e/o implementare una galleria da componente non può richiedere più di 2 ore, 3 al massimo. Risultato: 600€ / 3 ore = 200€ all’ora (o più)! Non male, se si considerano i canonici 50€…

Tirando le somme: quanto costa un sito web? Un sito fatto bene solitamente non costa meno di 800/1000€ (ma si parla di siti completi di tutte le funzionalità, non di siti “presentazionali” da 5 pagine), ma in caso di budget più limitati si può realizzare un sito anche qualche centinaio di euro (rinunciando, però, a una buona dose di personalizzazione, specialmente dal punto di vista grafico). I siti web con funzionalità specifiche (e-commerce, sistemi complessi di gestione utenti, etc.) hanno prezzi superiori, e meriterebbero una trattazione a parte.


QuoLAB
Via Longhena 15/A, 40139 Bologna tel. 051 188 99 318 - mail: info@quolab.it
Copyright © 2018 QuoLAB. Tutti i diritti riservati. QuoLAB by Studio SBS - P.IVA 03437511201