4 consigli indispensabili per i testi del vostro sito

Quali sono gli elementi fondamentali da tenere in considerazione quando realizziamo un sito web o ci occupiamo del suo restyling? Per noi di QuoLAB la risposta è semplice: navigazione, usabilità e immediatezza. Vediamo quindi come aumentare le prestazioni e l’efficacia di un sito web lavorando su questi aspetti ed in particolare sui testi!

1. I messaggi in home page

La home è la pagina di apertura del sito e che pertanto possiamo considerare un po’ come la vetrina delle nostre pagine web, in cui inserire il “best of” dei nostri contenuti.

Tanto per iniziare, pensiamo allo slogan: a meno che il sito sia di un marchio estremamente famoso e conosciuto, dovremmo inserire nella parte visibile della Home (cosìdetta above the fold), un messaggio che faccia capire immediatamente di cosa si occupa il sito. È normale che la maggior parte dei visitatori che accede al sito non sappia esattamente quali temi e argomenti saranno approfonditi nel sito, e con uno slogan chiaro possiamo dare direttamente un’idea dei nostri servizi e della nostra identità.

Ad ogni modo, occorre fare distinzioni più specifiche: se realizziamo il sito per una palestra, probabilmente l’utente lo avrà raggiunto cliccando una pubblicità o facendo una ricerca su Google relativa a palestre, corsi, eccetera… In questo caso, non sarà necessario mettere in evidenza in home page una frase come “la palestra che cercavi”: basterà mettere una (bella) immagine raffigurante persone che si allenano ed usare un testo più emozionale (non sono un copywriter, quindi non faccio esempi: potrebbero rivelarsi disastrosi…).

Al contrario, se la nostra azienda si occupa di servizi/prodotti/tematiche non così scontati, sarebbe bene che questi emergessero da subito, con messaggi chiari. Pensiamo ad esempio ad uno studio di commercialisti che, tra i principali servizi, offre consulenze alle Startup (magari aiutano a redigere il business Plan, eccetera.). In questo caso, sempre nella parte visibile della prima pagina, sarà bene inserire un messaggio specifico sul servizio in questione, qualcosa del tipo “consulenze alle Startup, ti aiutiamo a lanciare la tua idea”.

2. Rispondiamo a tutte le domande

Regola aurea: dobbiamo prevedere e rispondere a tutte le domande che i nostri utenti potrebbero farci. Il sito deve esserci d’aiuto nella “vita quotidiana” dell’attività. Se, nelle interazioni di ogni giorni con i nostri clienti, capiamo che le domande che ci vengono poste sono sempre le stesse, o che ci sono informazioni che vengono chieste con una certa frequenza, dobbiamo assolutamente inserirle nel sito. Spesso i clienti mi chiedono “ma devo mettere proprio tutto tutto?”. La risposta che do è la seguente: a meno che non ci siano dei motivi “strategici” per non dare una specifica informazione, è bene comunicarla…

Facciamo un esempio: quando abbiamo fatto il restyling del sito del nostro centro di formazione inSegno, abbiamo colto l’occasione per dare direttamente sul sito tutte le informazioni che ci venivano chieste. Visitando, per esempio, questa pagina, penso che vi accorgerete come manchino davvero poche informazioni circa lo svolgimento di un corso individuale…

3. I prezzi

5-consigli-indispensabili-per-i-testi-del-vostro-sito-3

Una discussione a parte  in merito alle informazioni da fornire all’interno delle pagine web, va fatta per la questione prezzi: tanti clienti mi domandano se è il caso di mettere o meno i prezzi dei vari servizi (o dei prodotti; ovviamente non stiamo parlando di e-commerce dove il prezzo è “obbligatorio”). A mio avviso, se i servizi o i prodotti che vendiamo hanno prezzi standard, cioè uguali per tutti, non abbiamo motivo di ometterli. L’unico caso in cui vale la pena valutare se pubblicare o meno i prezzi, è in caso di prodotti o servizi particolarmente costosi: in questo caso possiamo puntare sul fatto che i potenziali clienti si interessino tramite le informazioni viste su sito, sperare che ci contattino e poi tentare di vendere tramite un rapporto personale (che, ovviamente, funziona sempre meglio…).

Però dobbiamo fare attenzione: è provato (si, ci occupiamo molto di Web Analytics, e quanto sto per scrivere è supportato dai numeri) che più informazioni si danno agli utenti minore è il tasso di abbandono. Questo perché gli utenti web preferiscono sapere tutto e subito e non dover alzare la cornetta o compilare un modulo contatti per ottenere informazioni (in primis, il costo). Quindi bisogna valutare con attenzione: se decidiamo di non mettere i prezzi, un concorrente con un listino chiaro e immediato (e magari anche relativamente “costoso”) potrebbe risultare più appetibile e interessante per il nostro potenziale cliente.

Ovviamente, nei casi in cui non abbiamo dei prezzi standard ma il prezzo viene fatto sulla base di fattori definibili unicamente tramite un incontro una telefonata, non possiamo inserire il costo esatto di ogni servizio. Ma, anche in questo caso, potremmo dare un’idea del range dei prezzi, o comunque stabilire un prezzo minimo e un prezzo massimo ed indicarli sul sito. Per esempio, la realizzazione di un sito è un servizio che non può assolutamente avere costi standard (come scritto più volte in questo blog), pertanto abbiamo scelto di realizzare la pagina che tratta lo sviluppo di siti in quolab.it così.

4. Chiarezza, chiarezza, chiarezza

Le singole pagine, devono avere le seguenti caratteristiche (faccio per ora solo un elenco puntato, la trattazione delle caratteristiche che deve avere una pagina di un sito necessiterebbero un articolo a parte…):

  • Devono essere divise in paragrafi
  • ogni paragrafo deve avere un titolo formattato in Heading 2 (h2), e deve essere riconoscibile immediatamente a livello visivo
  • i singoli paragrafi non devono essere troppo lunghi
  • i concetti più importanti devono essere evidenziati in grassetto
  • se necessario, preferire liste (numerate o a pallini)

Questi consigli sono legati al fatto che un’alta percentuale dei nostri visitatori non leggerà tutto il testo della pagina (che comunque deve essere lungo, per dare tutte le informazioni necessarie al cliente e per la SEO) ma darà una semplice scorsa al testo. Realizzando una pagina come indicato nel mio elenco puntato, faremo sì che l’utente riesca a farsi un’idea di quello che c’è scritto anche scorrendo più o meno rapidamente il testo. Inoltre, così facendo, aumentiamo le nostre possibilità che l’utente si fermi in un punto per approfondire.


QuoLAB
Via Longhena 15/A, 40139 Bologna tel. 051 188 99 318 - mail: info@quolab.it
Copyright © 2018 QuoLAB. Tutti i diritti riservati. QuoLAB by Studio SBS - P.IVA 03437511201