Pagamento Agenzia AdWords – #1 tariffa fissa

Pagamento Agenzia AdWords - #1 tariffa fissa | QuoLAB

Vendendo i servizi AdWords con QuoLAB, la nostra Agenzia di Web Marketing a Bologna, mi sono spesso imbattuto in un problema: quale tariffa applicare al cliente per la gestione delle campagne? Esistono infatti diverse tipologie di pagamenti per l’erogazione di servizi AdWords che approfondiremo in questa piccola rubrica mensile: nei primi tre articoli vedremo le modalità di tariffazione più comuni, mentre nel quarto proveremo a fare alcune considerazioni di riepilogo. Cominciamo dal modello di pagamento a tariffa fissa.

Panoramica

Il pagamento basato sulla tariffa fissa è forse il più semplice. L’agenzia si fa pagare un importo stabilito sulla base di una tariffa oraria o giornaliera. Di solito viene aggiunta una commissione di set-up che comprende: l’analisi preliminare, la pianificazione, la ricerca di parole chiave, la redazione dei copy dell’annuncio, l’impostazione dell’account.
Su base mensile viene inoltre addebitata una tariffa fissa per la gestione della campagna, che solitamente include l’analisi, l’ottimizzazione e il reporting.

E’ modello giusto per me? Iniziamo dai numeri

La prima cosa da considerare in un modello a tariffa fissa è la percentuale di spesa dovuta all’agenzia, soprattutto nel caso in cui la spesa media sia relativamente bassa.

Ad esempio, diciamo che il cliente ha un budget medio mensile di 4.000 €. L’agenzia dovrà valutare la propria esperienza nella gestione di account AdWords di simili dimensioni e prendere in considerazione alcuni fattori specifici relativi all’attività del cliente. Su questa base, potrebbe proporre una tariffa di 1.500 € al mese, pari al 37,5% della spesa per la campagna del cliente.

Ora, mettiamoci nei panni del cliente. Ha senso investire l’equivalente di quasi il 40% del budget in spese d’agenzia? In alcuni casi si; in altri, forse, no.
Come spesso accade nel Web Marketing, non esistono soluzioni standard e anche in questo caso non esistono modelli tariffari migliori in assoluto. Possiamo però provare ad orientarci tenendo in considerazione l’impegno richiesto all’agenzia in termini di tempo per la gestione del nostro account AdWords.

Pagamento Agenzia AdWords - #1 tariffa fissa

In questo modo vedremo che un metodo di tariffazione con percentuale sulla spesa, ad esempio il 5%, è economico ma non necessariamente il più appropriato: 200 € al mese, usando l’esempio precedente, corrispondono a poche di ore di lavoro di una agenzia-tipo. Ad ogni modo, approfondirò le tariffe a percentuale in uno dei prossimi articoli…

Allo stesso modo, un modello a quota fissa potrebbe apparire costoso sulla carta ma, nonostante il costo complessivo sia tendenzialmente più elevato, il cliente ha la certezza che l’agenzia investirà maggiore tempo nel progetto, lavorando tutte le ore necessarie per ottenere un riscontro positivo.
Esiste una terza opzione: quando la spesa media è davvero esigua, gestire la campagna internamente potrebbe essere una soluzione vincente, una volta formata correttamene la persona addetta.

All inclusive?

Ecco ancora qualche considerazione per valutare tutti gli aspetti del modello di pagamento a tariffa fissa.

Costi aggiuntivi

Ogni costo supplementare deve essere messo in chiaro prima dell’avvio della campagna. Alcune agenzie ad esempio prevedono costi extra per l’utilizzo di strumenti e tecnologie particolari per l’ottimizzazione e la gestione delle campagne: meglio chiedere subito la spesa totale prevista!

Pagamento Agenzia AdWords - #1 tariffa fissa

Stagionalità

E’ molto importante capire cosa sia incluso nella tariffa mensile: se il cliente vuole creare una nuova campagna AdWords stagionale per le promozioni Natalizie, rientra nella tariffa fissa concordata o è previsto un pagamento aggiuntivo per il set up iniziale della campagna? Ricordate di prendere in considerazione anche i fattori stagionali e ricorrenti (lancio di nuovi prodotti, saldi…) legati alla vostra attività e capire se rientrano nei servizi offerti.
Vi suggeriamo di concordare insieme all’agenzia un numero di ore e relative attività mensili, compresi eventuali set-up addizionali.

Quando questo modello funziona meglio

Se con un modello di tariffazione a percentuale sulla spesa (che tratterò in uno dei prossimi articoli di questa rubrica), l’agenzia potrebbe avere interesse a far spendere di più il cliente per ottenere ricavi maggiori, con la tariffa fissa l’agenzia non ha nessun interesse a far investire di più il cliente, anzi: cercherà di lavorare in maniera più efficiente, guidandolo nelle scelte di marketing più vantaggiose.
Fondamentale anche la completa trasparenza per quanto riguarda la strategia: quali parole chiave sono state acquistate? Perché?
In generale un’agenzia che opera con la tariffa fissa, sarà più propensa a fornire queste informazioni.


QuoLAB
Via Longhena 15/A, 40139 Bologna tel. 051 188 99 318 - mail: info@quolab.it
Copyright © 2018 QuoLAB. Tutti i diritti riservati. QuoLAB by Studio SBS - P.IVA 03437511201