Quanto costa un sito e-commerce?

Quanto costa un sito e-commerce?

Diversi Clienti si rivolgono a QuoLAB, la nostra agenzia di Web Marketing, chiedendo la realizzazione di e-commerce. Ma sono in molti a non avere le idee chiare circa le diverse possibili soluzioni. Per questo abbiamo deciso di dedicare un approfondimento alla tematica e-commerce e ai prezzi per la realizzazione di una piattaforma di vendita online.

Realizzare un e-commerce: le varie opzioni

Quando un cliente decide di aprire il suo primo negozio e-commerce, ha davanti tre opzioni:

  • Piattaforme online: sono gestibili direttamente dal web (non occorre installare nulla sul proprio hosting). Di solito hanno un costo mensile (che varia in base alle caratteristiche, come numero di prodotti, ecc.), sono molto semplici da configurare, hanno diverse opzioni pronte all’uso (metodi di pagamento, ecc.) e non richiedono alcuna competenza di programmazione. Queste soluzioni sono implementate e gestite direttamente dal cliente. Tra le varie piattaforme, le più conosciute sono Shopify, Bigcommerce, Volusion, Bigcartel, 3dcart. I prezzi di questi e-commerce variano da una decina di Euro a circa 200 Euro al mese.
  • e-commerce OpenSource: sono piattaforme gratuite che vanno installate su un hosting proprietario (cioè è necessario installare il software su uno spazio web acquistato precedentemente). Essendo soluzioni più complesse, questo tipo di e-commerce richiedono capacità di programmazione: bisogna quindi rivolgersi ad un’agenzia. Dei costi di questi e-commerce parlerò più avanti.
  • e-commerce non OpenSource: sono realizzati dalla web agency senza l’utilizzo di software OpenSource. Anche il prezzo di questa soluzione e-commerce verrà trattato più avanti in questo articolo.

Come scegliere un e-commerce

Non approfondirò la prima opzione (piattaforme online), in quanto i prezzi di questi e-commerce sono indicati sui vari siti e il cliente, come già detto, non necessita di un’agenzia.

e-Commerce OpenSource e prezzi

Gli e-Commerce OpenSource sono diversi, tra cui: Magento, Prestashop, VirtueMart, Open Cart, WooComerce, osCommerce. La peculiarità di questi EMS (E-commerce Management System) è che si possono utilizzare gratuitamente (rispettando le licenze di ciascuno). Le caratteristiche, le funzionalità e le difficoltà di configurazione di questi sistemi possono variare sensibilmente da uno all’altro.
Vediamo i pro e i contro di queste soluzioni:
Pro

  • Velocità: sono solitamente piuttosto rapidi da realizzare
  • Scalabilità: esistono un sacco di estensioni già pronte (sia gratis che a pagamento, dal banale slideshow a sistemi di pagamento evoluti o one-page-checkout)
  • Non siete legati allo sviluppatore: utilizzando un e-commerce OpenSource, se non vi trovate bene con l’agenzia che l’ha creato, siete sempre liberi di rivolgervi ad un’altra che sappia usare lo stesso sistema (a proposito: occhio ai contratti!)
  • Costi: i costi di mantenimento di questi e-commerce sono quasi sempre nulli (ripeto: occhio ai contratti con freelance e agenzie, che non facciano i furbi!). Per alcuni e-commerce bisogna pagare una tariffa mensile, ma solo se si vuole del supporto aggiuntivo o delle funzioni extra (Magento, per esempio, oltre alla Community Edition – gratuita – propone diverse versioni a pagamento)

Contro

  • Limiti dei sistemi “semi-pronti”: se le specifiche del progetto si discostano molto da quanto fornito da questi sistemi, il tempo necessario per modificarli in modo da uniformarli alle nostre esigenze non giustificherebbe l’impiego di questi strumenti

Costi e-Commerce OpenSource
Un e-commerce basato su sistemi OpenSource, con funzioni di base, costa almeno 2.000/2.500 Euro; se le specifiche o la dimensione del progetto cambiano, il prezzo può lievitare molto, restando tendenzialmente sempre, salvo casi eccezionali, sotto i 10.000 Euro.

Quanto Costa un sito e-commerce?

Soluzioni personalizzate (e-commerce non OpenSource) e prezzi

Se decidiamo di scegliere un e-commerce personalizzato e non OpenSource, ci troveremo di fronte a due opzioni possibili:

  • Agenzie che si sono realizzate una piattaforma e-commerce proprietaria, che rivendono agli utenti.
  • Agenzie che realizzano progetti da zero (prendendo, ovviamente, anche componenti realizzati per altri progetti, ma senza una piattaforma realizzata una tantum e rivenduta serialmente)

Naturalmente, per realizzare una piattaforma proprietaria sono necessarie ottime doti di programmazione, quindi non c’è il rischio che i programmatori siano incompetenti (cosa che può capitare, invece, con un e-commerce OpenSource). Nonostante questo, le soluzioni di tipo 1 non hanno alcun vantaggio: i prezzi potrebbero sì essere più bassi (sono sistemi realizzati ad hoc dall’agenzia, e quindi si suppone sia necessario meno lavoro per realizzare il progetto), ma la web agency deve spesso rifarsi dei costi per lo sviluppo del sistema.  Per questo motivo, scegliere per il proprio e-commerce una piattaforma proprietaria, non ha vantaggi: unisce i contro dei sistemi e-commerce OpenSource e quelli degli e-commerce non OpenSource.
Quindi, limitandoci ad e-commerce realizzati da zero (soluzione 2), e vediamone i vantaggi e gli svantaggi:
Pro

  • Personalizzazione: possono essere fatti su misura per le esigenze del cliente
  • Modifiche: l’agenzia, avendoli realizzati da zero, ne conosce perfettamente la strutturazione e non avrà difficoltà ad intervenire per apportare aggiornamenti e modifiche (o almeno si spera…)

Contro

  • Costi fissi: essendo software proprietari, possono essere venduti in licenza. Licenza, da rinnovare di anno in anno o di mese in mese. Ma questo dipende dal tipo di contratto.
  • Legame con gli sviluppatori: dato che il sistema è realizzato dal niente, solo chi l’ha creato vorrà metterci le mani. Non è che non sia possibile tecnicamente modificare il sito (che, comunque, sarà sempre sviluppato in PHP, in ASP o con un qualche linguaggio noto), ma nessuna agenzia può permettersi di studiarsi per giornate intere un sistema prima di poterlo modificare. Spesso, se si cambia agenzia, è necessario rifare il sito. Questo punto è importantissimo, perché è un vincolo fisiologico ma molto stringente, che bisogna accettare con queste soluzioni. Per questo vi consigliamo di definire bene i contratti, quando si lavora con sistemi realizzati da zero.
    Approfondirò questa tematica in un futuro post dedicato.

Costi e-Commerce “custom” (non OpenSource)
Per un e-commerce fatto da zero i costi di solito partono da almeno 5.000 Euro. Non c’è limite di spesa. Ricordate che non sto parlando di sistemi proprietari dell’agenzia e pronti all’uso. Rispetto  a questi ultimi, si vedono in giro anche offerte da 399€!

Quanto costa un sito e-commerce?

Quindi, cosa conviene acquistare?

Il mio avviso è quello di usare sempre una soluzione pronta o “semilavorata” (e-commerce OpenSource), tranne nel caso in cui le specifiche del progetto non richiedano necessariamente una programmazione ad hoc.
Se le specifiche del vostro progetto non si discostano molto da soluzioni realizzabili con un sistema OpenSource, a volte i vantaggi di questa scelta giustificano l’eliminazione di qualche caratteristica per adattarli a queste piattaforme (sempre che non siano caratteristiche core del progetto).

Caratteristiche che fanno salire i prezzi

Scrivo un ultimo appunto per discutere delle funzionalità che di solito fanno lievitare i costi

  • Interfacciamento con il magazzino: se non vendiamo solo online, e vogliamo che il nostro e-commerce si interfacci con il software che gestisce il magazzino, saranno necessarie diverse ore di programmazione in più
  • Funzionalità complesse in genere: se vogliamo, per esempio, realizzare un sistema complesso (come quelli per le prenotazioni del cibo d’asporto – che tanto vanno di moda adesso…) sarà obbligatorio farsi realizzare un sistema da zero, dato che in commercio non c’è nulla di pronto o “semi-pronto” che si avvicini alle richieste di questo tipo di progetti.

Concludendo

Come abbiamo visto, prima di aprire un e-commerce è bene avere un quadro chiaro delle diverse opzioni disponibili. Perchè non date un’occhiata anche alle proposte di QuoLAB?


QuoLAB
Via Longhena 15/A, 40139 Bologna tel. 051 188 99 318 - mail: info@quolab.it
Copyright © 2018 QuoLAB. Tutti i diritti riservati. QuoLAB by Studio SBS - P.IVA 03437511201